La regola dell’equilibrio, Gianrico Carofiglio
Gen03

La regola dell’equilibrio, Gianrico Carofiglio

Guido Guerrieri torna in aprile, in una primavera strana, quando gli è appena passata la paura di poter essere malato. Sempre più malinconico, sta pensando di smettere di fare l’avvocato, anche se è bravo.

Read More
Pietro Fenoglio
Lug26

Pietro Fenoglio

E’ educato, molto. Gentile. Odia la violenza. Quando è imbarazzato si tocca il naso.
In tutto, ha uno stile malinconico. A tratti lo prende una claustrofobia dell’anima.

Read More
Una mutevole verità
Lug26

Una mutevole verità

È poi questa la dote di uno sbirro, andare alla ricerca delle discontinuità, delle note dissonanti. Percepire quello che agli altri sfugge. Con la vista, certo. Ma anche udito, tatto. Olfatto. E allora Poison di Dior diventa un’ottima intuizione.

Read More
Gianrico Carofiglio, Il bordo vertiginoso delle cose
Gen18

Gianrico Carofiglio, Il bordo vertiginoso delle cose

Le storie servono per dare senso. Sono le storie il percorso. Ci si rende conto d’aver fatto il percorso solo alla fine della storia. Necessario? Non lo si sa quando si inizia.

Read More
Il silenzio dell’onda, Gianrico Carofiglio
Ott30

Il silenzio dell’onda, Gianrico Carofiglio

E’ di una malinconia commovente questo libro. Con la voglia di rileggerlo appena finito. La storia è davvero singolare perché si svolge attorno ai sogni di un ragazzino e ad un percorso psicoanalitico di un maresciallo quarantasettenne. Due figure femminili, anche qui una più giovane e una più matura, fanno da traino e scompaiono man mano che si dipanano i ricordi e i sentimenti delle figure maschili. La scenografia è quella...

Read More

Pin It on Pinterest