Il commissario Soneri e la strategia della lucertola, Valerio Varesi

Tags: , , , , , , , ,

Il commissario Soneri e la strategia della lucertola

Il commissario Soneri e la strategia della lucertola

Un giallo atipico l’ultimo libro di Valerio Varesi. Manca di un assassino. Nella città di Parma accadono fatti apparentemente senza alcun nesso tra loro. Fatti che costringono il commissario ad indagare seguendo solo l’istinto. Un telefono sull’argine del fiume che squilla e che non fa dormire una donna, un vecchio che muore assiderato in un ospizio, un cane reclamato da morto, un sindaco scomparso ed un falsario più sincero di tutti. E’ un romanzo sul potere, questo libro. Quel potere che, come una lucertola che vuol confondere il predatore e salvarsi, stacca la coda. Il potere raccontato è ambientato in una città tangentara, simbolo di medietà, una città che fa finta di essere qualcos’altro, una città omertosa. La città, Parma, diventa paradigma di un Paese. La sua politica maleodorante arriva ovunque, la società civile tiene la stessa cifra della politica. Non c’è alcun fossato tra loro a dividerle. È il contesto infatti il vero colpevole di questo romanzo. Il personaggio Soneri è vivo per il lettore. Lo porta ad arrabbiarsi assieme a lui, ad avere la tentazione della resa, di sventolare bandiera bianca. Poi invece lo esorta, il lettore. Lo culla con lunghe passeggiate nella nebbia e infine lo convince che una rivoluzione è possibile, quella culturale. Perché sì, la cultura richiede pazienza. Ancora un po’.

Ti piace l'articolo? Iscriviti ai nostri Feed!

Autore: Vita Marinelli

Condividi Articolo su

Invia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Share This