Guardati dalla mia fame, Milena Agus – Luciana Castellina

Tags: , , , , , , , ,

Guardati dalla mia fame

Guardati dalla mia fame

Le parti di questo libro si parlano da lontano. Da lontano perché la distanza fra i fatti e il loro senso è quasi incolmabile.

Libro curioso, a quattro mani, ma di autrici molto diverse tra loro. Partendo da un fatto di cronaca, Luciana Castellina scrive della realtà nuda e cruda, Milena Agus di quella romanzata. L’episodio reale è quello del 6 marzo 1946, quando in occasione del comizio del sindacalista Giuseppe di Vittorio, qualcuno spara sulla folla. Si pensa ad una provocazione. Due sorelle di quattro, zitelle, ricche agrarie, ignare della fame intorno, incolpevoli degli spari, colpevoli per storia, per classe, vengono linciate. Altre due, malridotte, sopravvivono.

Un libro terribile e urgente. Che ha il merito di raccontare un pezzo di storia che nessuno quasi conosce. Una terribile guerra civile che si scatenò in Puglia, ma anche altrove, dal ’43 al ’49. Terribile e urgente e attuale. Bisogna guardarsi dalla fame della gente. Perché questa, la fame, si fa violenza e chiede vendetta.

Ti piace l'articolo? Iscriviti ai nostri Feed!

Autore: Vita Marinelli

Condividi Articolo su

Invia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Share This